IBRA A SANREMO: L’ULTIMO ESEMPIO DI CONSONANZA TRA SPORT E SPETTACOLO

L’avvento di Zlatan Ibrahimovic al Festival di Sanremo è solo l’ultimo di una lunga serie di episodi in cui il mondo dello sport e dello spettacolo convergono, riuscendo ad abbattere le barriere che li allontanano sfruttando il minimo comune denominatore dell’intrattenimento. A testimonianza di quanto l’attuale direttore artistico Amadeus tenga a cuore lo sport e in particolare il calcio (è nota la sua fede calcistica a tinte neroazzurre Inter), risale proprio alla scorsa edizione del medesimo festival la partecipazione al fianco dello stesso Amadeus della modella spagnola Georgina Rodriguez, compagna del calciatore della Juventus Cristiano Ronaldo che seduto in prima fila assistette entusiasta agli sketch a sfondo calcistico messi in scena sul palco dell’Ariston. Tornando ad Ibrahimovic, è stato lui stesso a confessare nella conferenza stampa d’apertura del festival come il mondo dello spettacolo lo abbia in realtà sempre incuriosito fin dai tempi in cui militava nei Los Angeles Galaxy, nella MLS: “A Los Angeles abbiamo parlato spesso di film. Ma poi sono andato via e ho firmato per il Milan. È un mondo che mi incuriosisce e in cui voglio entrare e vedere se riesco a conquistarlo come nel calcio”.

Come anticipato però la lista è lunga, partendo da ex calciatori come Vinnie Jones e passando per l’iconico e spesso controverso Eric Cantona (che con Ibra condivide un passato al Manchester United dove è passato alla storia come “The King”) il quale, dopo il ritiro, ha intrapreso la carriera da attore recitando nel 2014, insieme a Mads Mikkelsen, nel film western danese The Salvation, che ha partecipato fuori concorso al Festival di Cannes. Lo stesso Cantona è stato altresì protagonista nei panni di un sovrano del video del singolo Once del cantante Liam Gallagher.

Abbandonando per un attimo l’emisfero calcistico, la leggenda dell’NBA Michael Jordan, per molti il più grande cestista della storia, è noto anche per aver recitato nel film “Space Jam” nel ruolo di se stesso ed è stato in assoluto uno degli atleti di basket più sponsorizzati della sua generazione e il suo ruolo è stato fondamentale nel far conoscere l’NBA a livello mondiale negli anni ottanta e novanta. Altro volto storico del basket ormai frequentatore abituale dei salotti dello spettacolo è Shaquille O’Neal, il quale ha recitato in diverse commedie, alcune insieme ad Adam Sandler, tra cui “Jack & Jill”, “Un weekend da bamboccioni 2” e “Insieme per forza”, oltre a essere spesso ospite in famosi talk show americani come “The Tonight Show Starring Jimmy Fallon” e “The Ellen Show”.

È il turno del Wrestling, direttamente dal ring dalla WWE infatti, lottatori che hanno fatto la storia della disciplina come “John Cena”, “The Rock”, “Batista” e l’amatissimo “Hulk Hogan”, sono poi diventati affermati protagonisti di film di successo (principalmente d’azione) interpretando ruoli che ben si prestavano alla loro imponente struttura fisica. Proprio Hulk Hogan ha avuto persino il suo reality, chiamato “Hogan Knows Best”.

Un ultimo focus dedicato al panorama nostrano. Il celebre Raul Bova prima di diventare un affermato attore, aveva intrapreso la carriera sportiva nel nuoto, vincendo, a 15 anni, il campionato italiano giovanile nei 100 metri dorso maschili. Nel 2001 ha recitato nella miniserie “Come un delfino”, ispirata proprio alla vita di un ex nuotatore, Domenico Fioravanti. Infine, e anche un po’ a sorpresa, anche Bud Spencer, prima di comporre con Terence Hill l’intramontabile duo che ha fatto la storia del cinema italiano, è stato un nuotatore formidabile, vincitore di 11 ori campionati italiani e parecchi premi nei Giochi del Mediterraneo, ma soprattutto è stato il primo italiano ad infrangere il muro del minuto nei 100 metri stile libero.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui