NUOVO CASO POSITIVO A CAIAZZO, IL CONSIGLIERE DI MINORANZA DELLA ROCCA STIGMATIZZA I SILENZI DEL SINDACO E DELL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE.

“Con estremo stupore, leggo gli ultimi aggiornamenti riguardo i casi di Covid-19 e, se da un lato sono entusiasta per i dati che provengono dalla regione Campania, dall’altro non posso dire lo stesso nell’apprendere la notizia di un nuovo caso positivo a Caiazzo.
Fatta salva la mia vicinanza ai diretti interessati, i quali stanno affrontando un momento delicato che mi auguro passi presto, e non per loro colpa, anche se non sarebbe il caso di puntare il dito in questo momento contro nessuno, credo però che una certa responsabilità si debba attribuire all’amministrazione comunale”.
A dichiararlo il consigliere comunale di Caiazzo Bene Comune, Mauro Carmine Della Rocca, che già nelle ultime settimane aveva più volte interrogato il sindaco Stefano Giaquinto sulla gestione dei contagi e delle misure di prevenzione in città.
“Se l’ASL non è stata velocissima nel fornire elementi o dati certi, non è stato da meno neppure chi ci dovrebbe rassicurare. In questi ultimi giorni, più persone della società civile, tramite canali social, hanno più volte cercato di sensibilizzare il sindaco nel dare più informazioni possibili riguardo ai contagi, ai test effettuati con annessi esiti sia positivi che negativi. A dire la verità, mi è capitato di leggere post di persone che facevano giustamente delle domande a Giaquinto, il quale anziché cercare di rispondere, attaccava duramente chi le poneva o, addirittura, si chiudeva in lunghi silenzi stampa. Insieme ai miei colleghi del gruppo consiliare Caiazzo Bene Comune abbiamo, negli ultimi giorni, inviato più interrogazioni in merito alla questione ma, ahimè, ad oggi, nessuna risposta.
Risposte che, invece, molto spesso provengono da parte di caiatini più informati che, in questo momento, essendo medici od infermieri, si trovano a combattere in prima linea questo nemico ma che, comunque, non danno risposta ai nostri casi. Risposte che ci fanno piacere ma che vorremmo provenissero da parte di chi le notizie le conosce con certezza e che, nel bene di tutta la comunità, andrebbero condivise. Proprio come fanno in altri comuni”, rileva il rappresentante della minoranza consiliare.
“Non riesco veramente a capire come mai in un comunicato si dica che il contagiato non vive a Caiazzo e non vi risiede da qualche mese, e poi in un altro comunicato, invece, si parli solo di contagio in generale? L’unica cosa che vedo con certezza, purtroppo, sono solo inutili selfie e propaganda elettorale. Forse per le imminenti elezioni regionali? Personalmente mi vergognerei se così fosse.
In questo momento, i cittadini hanno bisogno di essere rassicurati ed informati per prendere le dovute precauzioni. Sono ormai 40 giorni che le persone stanno facendo sacrifici e sarebbe il caso che non andasse tutto vanificato per tenere il “segreto”, perché sembra quasi che si stia nascondendo la polvere sotto il tappeto, senza tener conto delle disastrose conseguenze”, conclude il consigliere Mauro Carmine Della Rocca.